mercoledì, ottobre 20, 2010

Il sub in pericolo


Un sub viene a contatto con una rarissima medusa dal mortale veleno.  I medici gli danno due bottigliette, ciascuna contenente sette pillole. Il sub dovrà assumere, per sette volte, a intervalli di trenta minuti, una coppia di pillole: una presa dal primo contenitore, l'altra dal secondo.
La cura procede bene fino ad un certo punto, ma al momento di prendere la quinta coppia di pillole però commette un errore: avendo in mano una pillola dal contenitore A lascia cadere dal contenitore B due pillole invece che una soltanto. Purtroppo per un'ingenuità della casa farmaceutica le pillole provenienti da A e B sono assolutamente identiche. Dato che egli è ormai lontano dall'ospedale non può, con le pillole rimaste nei contenitori avere "autonomia" sufficiente per tornare indietro. Sapendo che se non assume il principio attivo nelle modalità prescrittegli l'antidoto non sarà efficace e il veleno lo ucciderà, come può esser certo di concludere la cura correttamente?

6 commenti:

Marco ha detto...

Allora, il tipo si ritrova con tre pillole in mano, due B e una A.
Per non sbagliare la dose può fare così:
Aggiunge alle tre pillole che ha già in mano una pillola A, in modo che abbia due A e due B.
A questo punto divide tutte e quattro le pillole a metà, avendo cura di non mischiare ogni metà dall'altra.
Ingerirà la prima metà di tutte e quattro le pillole, ottenendo la giusta soluzione (A/2 + A/2 + B/2 + B/2 = A + B).
Aspetterà la mezz'ora e poi prenderà le altre quattro metà.
La mezz'ora successiva può tornare a prendere le due pillole singolarmente, A e B.

Walter ha detto...

GIusto :)

Marco ha detto...

Riflettendoci penso che una migliore soluzione sarebbe quella di prendere prima le due pillole A e B ancora nei barattoli e poi procedere alla divisione delle altre quattro rimaste.
Se infatti aveva già in mano le pillole, vuol dire che era ora di prenderle, e tagliare le altre a metà potrebbe fargli perdere del tempo prezioso.
Una volta presa la dose sicura, invece, avrebbe tutto il tempo di fare le divisioni correttamente per la mezz'ora successiva. ;)

Walter ha detto...

Mi pare ragionevole, ma non stiamo a spaccare il capello in quattro ora :D

luca ha detto...

ho scoperto ora il sito e sto guardando gli indovinelli.
per quanto le soluzioni siano giuste io ne avrei anche un'altra che, date le premesse è un'alternativa o una estremizzazione.

io avrei polverizzato tutto e fatto 3 bei mucchietti identici magari con una bilancina o ad occhio (ottenendo comunque lo stesso eventuale errore che avrei avuto spezzandole o comunque dividendole) e avrei usato ogni striscia sciolta in un bicchiere d'acqua.

Antonio ha detto...

Io avrei ingerito le A e B rimaste e sarei arrivato in tempo all ospedale.